BUD SPENCER E TERENCE HILL DISEGNATI DA ALBERTO BALDISSEROTTO

LA PASSIONE DA VERO FAN È QUELLO CHE MUOVE ALBERTO BALDISSEROTTO NEL SUO LAVORO. NEL 2005 INIZIA A DISEGNARE I NOSTRI IDOLI. NEL CORSO DEGLI ANNI SVILUPPA UN PROPRIO STILE CHE LO CONTRADISTINGUE FORTEMENTE E REALIZZA, CON L'AUTORIZZAZIONE DI BUD SPENCER E TERENCE HILL LIBRI, RACCOLTE DI ILLUSTRAZIONI. FUMETTI E MOLTO ALTRO.
Bud Spencer und Terence Hill Zeichnung

 

Già da bambino Alberto Baldisserotto si dedicava al disegno. All'età di nove anni manda alla redazione di "Topolino" una letterina con le sue prime illustrazioni che suscitano subito l'interesse del direttore Gianni Crespi. Seguendo le sue passioni, frequenta il Liceo artistico e completa poi la sua formazione all'Accademia di arti visive dove studia fumetto, illustrazione e grafica pubblicitaria/web. Nel 2006 fonda la sezione di Arti Visive della Scuola d'arte Dalì, fondata a Vicenza nel 2003 da Antonio Dalì. Questa scuola offre una formazione professionale in illustrazione, fumetto, grafica e musica.

Terence Hill wird 80

Nel 2018 ha lanciato la mostra itinerante 'fagioli-western' dal titolo 'Li chiamavano Trinità e Bambino', partita da Chiampo, città di Alberto, e giunta alla sua settima data in Italia.

Nel 2017 a Lucca Comics, storica fiera italiana del settore, è stato presentato il progetto grafico dal titolo "Trinità e Bambino – il bordello di New Orleans", opera frutto di un percorso di lavoro pluriennale. Nel libro i personaggi di Trinità e Bambino del film "Lo chiamavano Trinità" vengono sviluppati e inseriti in un racconto ambientato in un bordello di New Orleans, anche nominato nel film.

Questa avventura era iniziata nel 2005 per poi crescere dal 2007 al 2013 grazie alla collaborazione del manager di Terence Hill e di Giuseppe Pedersoli, fino all'incontro personale con Terence

Terence si dimostrò subito entusiasta e molto collaborativo, come lo stesso Bud Spencer. Infatti i due grandi attori hanno rilasciato ad Alberto la liberatoria per proseguire lo sviluppo del progetto d'arte visiva su Trinità & Bambino. Riguardo all'opera Terence Hill ha dichiarato: «Sfogliando le pagine di questo libro salta subito agli occhi con quanta cura, passione e professionalità sia stato realizzato e desidero ringraziarvi per questa vostra espressione di affetto nei miei confronti. Complimenti e congratulazioni, con affetto, Terence Hill». E Giuseppe Pedersoli ha aggiunto: «Mio padre ha appoggiato con entusiasmo questo progetto sin dall’inizio, convinto che il fumetto sia un ulteriore veicolo per avvicinare ancor di più Bud Spencer alla nuove generazioni che già lo seguono con affetto ed entusiasmo da tutto il mondo con oltre due milioni di like su Facebook».

Da questo percorso è nato il brand B&T Style Pictures.

Una volta concluso il lavoro, Alberto si recò ad Amelia, in Umbria, per assistere alla prima di "Il mio nome è Thomas" e per incontrare Terence Hill, fargli i migliori auguri per il nuovo film e consegnargli una copia del fumetto uscito in tutta Italia. Terence nei giorni seguenti gli inviò una sua foto che lo ritraeva con in mano il libro, confermando così la collaborazione e avviandola verso nuovi progetti.

In questi anni Alberto non si è dedicato però soltanto al libro. È molto produttivo nella realizzazione di opere multimediali e cartoni animati per bambini. Crea installazioni video per eventi di vario tipo, usando le proprie illustrazioni.

Seguendo un approccio artistico tradizionale e moderni metodi di lavoro digitali, dal 2016 esegue disegno live e crea animazioni video che accompagnano le esibizioni della celebre coppia degli Oliver Onions, formata dai fratelli Guido e Maurizio De Angelis, e di loro cover band come i Los Hermanos e la Dune Buggy Band.

Dal 29 al 30 marzo 2019 Alberto Baldisserotto sarà ospite, in Germania, dello Spencerhill Fanbase Party, dove esporrà le sue opere e realizzerà dal vivo fantastiche illustrazioni.